5 motivi per cui amo Nancy Wheeler

È uscita a luglio 2016 sulla piattaforma di Netflix, la serie tv Stranger Things ideata da Matt e Ross Duffer. La serie televisiva di genere fantascientifico è ambientata negli anni Ottanta. Al centro della vicenda c’è un gruppo di giovani nerd coinvolti nella ricerca dell’amico misteriosamente scomparso .

Una serie di cui ci si innamora non solo per le vicende e le forti emozioni che regala, ma anche per il minuzioso lavoro di ricreare l’atmosfera e l’ambiente degli anni Ottanta. Ricompaiono riferimenti a canzoni, film, libri, giochi da tavolo dell’epoca ma anche l’ossessione per le cospirazioni e l’esistenza di piani di poteri alternativi.

In particolare, ho amato il personaggio di Nancy Wheeler, la sorella maggiore di Mike, uno dei bambini protagonisti e questi sono i 5 motivi.

  • Dolce, ma attenzione. Sebbene sia all’apparenza una ragazza molto dolce, sa rivelarsi tenace e soprattutto testarda per raggiungere la sua indipendenza.nancy5
  • A volte servono le maniere forti. Non ha paura di impugnare una pistola per difendere la sua famiglia e i suoi amici.

nancy2

  • Il principe azzurro non è poi così fondamentale. I ragazzi che frequenta sono forti, ma mai tosti quanto lei che riesce a farsi rispettare e non teme nessuno.

nancy3

  • La semplicità. Il personaggio di Nancy utilizza un trucco semplice e naturale.

nancy1

  • Lo stile. Ho amato in particolare questi due abiti indossati sul set.

 

Il finale rimane aperto lasciando spazio a una seconda stagione che arriverà a ottobre 2017. Dal trailer si intravedono nuovi personaggi e a noi non resta che attendere l’uscita per capire come procederanno le vicende e che ruoli avranno.

Nel frattempo non ci resta che cantare la famosa canzone dei The Clash, che accompagna il filo conduttore delle puntate: Should I stay or should I go?

Mimi